Walter Licini con una start up innovativa porta la digitalizzazione in cantiere e crea Sikuro, per una sicurezza a 360°.

La filosofia del “cognitive computing”

Come abbiamo avuto modo di vedere, fin dall’inizio la partnership di Sikuro con i propri clienti si è rivelata l’arma vincente per mettere a punto prodotti customizzati e tagliati su misura delle specifiche necessità di cantiere. Cosa in questo caso facilitata dal fatto che sia chi propone i software che l’utente finale sono tecnici di cantiere. Ed è proprio l’esperienza dell’utilizzatore/partner che migliora il prodotto e consente al prodotto di migliorare se stesso.
È la filosofia del “cognitive computing” in cui è il sistema stesso che impara dagli utenti che lo utilizzano. In tal modo si possono migliorare servizi e prestazioni offerti ad ogni singolo utente. Si inserisce in questa filosofia l’importante investimento che Walter Licini ha fatto nel 2019 inserendo nei programmi un software di Intelligenza Artificiale: “siamo in grado di capire e tracciare tramite i nostri sistemi e il nostro personale di help desk l’utilizzo che fanno i clienti dei nostri software ma soprattutto, cosa fondamentale, è il software che “studia” da solo. Nel settembre 2020 proporremo un software in grado di leggere qualsiasi documento che viene caricato ed estrarre tutti i dati utili”.

Sikuro Ti Trovo: dal grande al piccolo

Si tratta del nuovo software gestionale (disponibile da giugno 2020) per la tracciabilità delle attrezzature e delle macchine, dal grande escavatore (già tracciabile con sistemi GPS) al trapano. Attraverso l’utilizzo di QR Code l’applicazione riesce a tracciare l’utilizzo di una singola apparecchiatura da quando ne inizia l’impiego, alle ore in cui viene utilizzata, alla persona che la sta utilizzando… Uno strumento che può servire sia da un punto di vista contabile che dal punto di vista del riscontro oggettivo (per esempio per capire le cause di un malfunzionamento e risalire a chi in quel momento stava utilizzando la macchina o l’attrezzo). È utilissimo anche ai noleggiatori che possono così avere sotto controllo il parco macchine e la sua gestione in sicurezza. Grazie a questo innovativo sistema di tracciamento in cantiere non potrà mai entrare un mezzo o un’attrezzatura che non abbiano la verifica periodica attiva e non siano sta ti correttamente revisionati. Per un parco macchine senza più segreti.

In continua espansione

Oggi Safety Job conta una ventina di tecnici tra interni ed esterni (età media 27 anni), con un piano sia industriale che aziendale molto ambizioso: l’obiettivo è quello di arrivare nel 2024 a coprire il 10% del mercato in Italia. L’intenzione è quella di aprire una sede operativa a Milano e a Roma “Noi oggi ci concentriamo sui grossi General Contractors”, spiega Licini, “Tra qualche anno mi piacerebbe poter dire che la maggior parte delle imprese di costruzione top ten in Italia utilizzano i nostri software perché, oltre a ritenerli estremamente utili, vi trovano tutto quello che noi ci mettiamo: la passione, ma soprattutto la competenza tecnica che infondiamo nel loro sviluppo”. Gli obiettivi del bambino che sognava di diventare capocantiere si sono trasformati in tanti traguardi raggiunti. Oggi Walter Licini cerca continuamente di alzare l’asticella puntando a target sempre più ambiziosi, con la volontà di distanziare la concorrenza anticipandola sulla strada dell’innovazione. Pienamente consapevole che il valore aggiunto dei software che propone risiede nel fatto che sia stato creato da chi frequenta i cantieri fin dalla giovane età. Perché un software di successo che abbia la capacità di interagire con il cantiere e con esso dialoghi non può che essere progettato da chi di cantiere se ne intende.

I punti di forza di Sikuro

Il successo del portale Sikuro risiede nel fatto che sia uno strumento strategico per il cantiere 4.0: chi utilizza il portale riduce il tempo di gestione della documentazione, migliora la sicurezza e ha la consapevolezza che tutto sia in ordine e aggiornato.
La piattaforma – sviluppata da tecnici che conoscono fino in fondo il mondo della sicurezza e dei cantieri edili e lavorano per migliorare il lavoro di altri tecnici – utilizza un’interfaccia semplice
ed efficace: la documentazione viene gestita utilizzando un nome utente e una password.
Una volta effettuato l’accesso, il portale permette di condividere e archiviare i documenti, gestire gli accessi, le autorizzazioni e le scadenze ma è anche in grado di estrapolare i verbali di controllo,
stampare i badge, inoltrare comunicazioni e verbali a tutte le imprese con un solo click. E se si riduce il tempo per la gestione della burocrazia, si può aumentare il tempo da dedicare ai sopralluoghi e alla gestione operativa della sicurezza.